Crea sito

CARI INFLUENZATI ECCO COSA VI ASPETTA QUANDO VI SVEGLIERETE DALLA SBORNIA MEDIATICA DEL VIRUS: TANTI BEI CETRIOLI Made in Bruxelles

Da qualche giorno penso oltre questa strana pandemia, quando i media italiani parlano solo di un argomento e creano panico concertato, ebbene spesso la storia insegna che dietro le quinte stanno facendo tutt’altro.

Propongo come prima riflessione questo articolo che analizza più di un aspetto: “Ossia, temo che dietro al coronavirus qualcuno stia cercando di attaccare l’asino, magari perfettamente cosciente che nessuno in Italia, nemmeno i post-sovranisti, anzi a maggior ragione proprio loro, vogliono prendersi la responsabilità di alzare le tasse quando fino all’altro ieri dicevano il contrario. Dunque, visto che fare il renzusconi è tecnicamente impossibile nonostante svariati tentativi passati [causa diniego totale ed assoluto americano di Trump a Renzi dentro a qualsiasi governo italiano, ndr], ecco che qualcuno spera forse di mettere Draghi al posto di Conte. Una copia del metodo seguito per far andare al potere il governo del liquidatore Mario Monti, ossia per far prendere ad altri le decisioni inevitabili VOLENDO RESTARE NELL’EURO [leggasi alzare le tasse a dismisura]. MD” Link articolo https://www.mittdolcino.com/2020/02/25/coronavirus-e-colpe-italiche-allospedale-di-la-colpa-non-esiste-mai/#more-17613

1° coincidenza – Quello che mi turba è che si è ammalata “solo la parte economicamente produttiva della Nazione”, ovvero il Nord Italia. Non vi pare strano?

2° coincidenza – Alcune Regioni del Sud Italia hanno mostrato un vero disprezzo per le regioni contagiate, si potrebbe quasi dire che alcuni comportamenti lasciano in bocca un sapore di razzismo e di divisione italiana di antica memoria. Ad epidemia rientrata questo potrebbe far aumentare il desiderio di separazione che qualcuno altrove ha già ipotizzato?

3° coincidenza – Corona virus probabilmente era scoppiato molte settimane prima che il governo cinese ne parlasse e inevitabilmente si è propagato ovunque. Con molta probabilità a livello mondiale stanno cercando tutti di ignorarlo e insabbiarlo perché distrugge l’economia di una qualsiasi nazione. In Europa non ci sono molti contagiati perché molte nazioni il virus non lo cercanoQuesta pandemia – ovviamente falsa ma con reale ondata di panico nazionale – è un affare che nasce a uso e consumo del Governo italiano? A chi e a che cosa serve?

Ipotizziamo per assurdo che la lobby italiana abbia deciso di svendere gli ultimi pezzi, di fare lo sporco lavoro voluto da Bruxelles, distruggere definitivamente l’Italia: con questo virus ha fatto carpe diem. Basta poi sgretolare quello che rimane della traballante economia: il virus e la falsa pandemia sta mandando di fatto l’Italia dritta in recessione. Una ghiotta occasione che qualcuno non si è fatto sfuggire.

Se avete ancora tanti dubbi leggetevi l’incredibile analisi geopolitica dello Stato dell’ Unione di Giulio Tremonti: questa intervista inizia con ” … Anche dopo il voto del 2018 e il successo delle forze sovraniste e anti-Unione, Bruxelles è stata decisiva per i giochi italiani. Il pio Conte, il premier senza elettori, per non farsi schiacciare da Salvini ha cercato l’ appoggio della cancelliera tedesca ancora prima di quello del Vaticano, che è ora il suo principale sostegno. E proprio in Europa si è rotta l’ alleanza tra M5S e Lega, quando i grillini decisero a sorpresa di votare l’ attuale Commissione, a guida tedesca, mettendo in minoranza i sovranisti. Salvini sentì puzza di bruciato e partì la crisi. Anche ora, che la maggioranza giallorossa si sta sfarinando, la Ue torna protagonista. L’ assurdo è che oggi l’ Italia continua a essere a quattro zampe rispetto all’ Europa benché la Ue sia a sua volta in ginocchio, per la sua nuova, drammatica debolezza. «Diceva Nietzsche che l’ Europa senza l’ Inghilterra non esiste. Oggi è ancora più vero, in un mondo che vede il confronto tra due superpotenze, gli Usa e la Cina, che verrà pure rallentata dal coronavirus, ma resterà un gigante globale … “. Vi consiglio di leggerla fino alla fine e di meditare con calma https://www.liberoquotidiano.it/news/personaggi/13567474/giulio-tremonti-senaldi-libero-smontare-europa-senza-morire-piano-salvini-meloni-sovranismo.html (anche in questa intervista si parla di MES)

Ma il colpo finale che mi ha svegliato – e che mi ha fatto approdare a questa cinica teoria – arriva da una parte che non mi aspettavo. RIFORME UE: BRUNETTA, “L’ITALIA NON TOCCA PALLA, IL TESTO DEL MES È DI FATTO GIÀ APPROVATO, GOVERNO SENZA ALCUN POTERE NEGOZIALE”: “Negli ultimi due mesi il premier non ha speso nemmeno una parola sul tema, non ha convocato neanche un tavolo, non ha presentato all’Europa nemmeno una bozza di correzione. Il presidente dell’Eurogruppo Mario Centeno, al contrario, proprio sul MES si è speso per concludere già in questo semestre la questione. Approvazione del testo definitivo e firma del trattato, forte del consenso degli altri paesi europei, che non vedono l’ora di passare ad altri temi, in Italia completamente passati sotto silenzio, come la riforma della governance europea, del six-pack e two-pack e del nuovo trattato intergovernativo sullo “Strumento di bilancio per la convergenza e la competitività” (alzi la mano chi ne ha mai sentito parlare). Per non parlare della riforma dell’Unione Bancaria, per la quale il nostro paese si ritroverà senza alcun poter negoziale, che gli sarebbe stato concesso soltanto con la logica del ‘package approach’. Per portare a casa risultati utili all’Italia non basta andare a Bruxelles per fare le comparse. Occorre creare una struttura dedita a questi temi e dedicarci tempo e capitale politico”. Lo scrive in una nota Renato Brunetta

Questi ultimi due passaggi ci fanno capire che una bella recessione creata ad arte e il MES firmato, più tutto quello (sopra ben descritto da Renato Brunetta) che in questi giorni è stato taciuto e non discusso – perché la copertura mediatica era concentrata tutta sul virus influenzale – stanno portando danni enormi all’Italia. Potrebbe essere un risveglio amaro, ma è da anni che sostengo che la mia bella Nazione è irredimibile. Alessia C. F. (ALKA) di Liberticida e OraZero.