Pianeta Dei Pazzi: approfondimento e Pazziate

Bene ragazzi, qua stiamo davvero imPazzendo un po tutti.

Ricapitoliamo alcune cose:

Inghilterra, bel suol nervino.

4 marzo, una settimana prima delle elezioni a Mosca e giusto alcuni mesi prima dei mondiali di Calcio che si terranno in Russia, alcuni agenti segreti pasticcioni, al soldo di Putin devidono di uccidere Skrypal.

Un ex agente segreto sovietico, gravemente malato e in Inghilterra da 8 anni: costui, ormai di nessuna utilità per i servizi occidentali aveva chiesto perdono scrivendo direttamente a Putin, chiedendogli di potere tornare in patria. Il governo russo gli avevano ricordato che, essendo stato liberato dalla prigione godeva già della grazia, in Russia non puoi altrimenti liberare un prigioniero per tradimento. I parenti erano fiduciosi anche di ottenere un documento ufficiale che ne garantisse ulteriormente la sicurezza.

Ma no, si decide di ucciderlo invece di aspettare qualche mese e farlo fuori a Mosca.

E questi inetti agenti russi decidono di usare il veleno nervino più fetente del mondo, un veleno che non uccide nessuno e non lascia invalidi i sopravvissuti. Però uccide due criceti, forse. Ma non lo sapremo mai, dato che la polizia inglese ha cremato i corpi delle due bestioline, invece di analizzarli.

Dopo essere guariti i due Skrypal spariscono dalla circolazione, e rifiutano di parlare con i giornalisti invece di denunciare Putin.

Ma non basta, il ministro degli esteri russo accusa gli inglesi di avere organizzato un finto attentato usando un composto allucinogeno e di avere contaminato le provette con composto nervino puro, reperito chissà dove.

Bella storia.

Vedi la Siria e Poi muori.

I russi, maledetti bastardi, continuano a appoggiare il tirannico Assad, che da anni lotta contro i poveri fanatici islamisti indifesi.

Cosa ti inventa i primi giorni di Aprile? La zona di Ghouta è ormai presa, le tre principali fazioni dei barbuti fanatici con gli occhi a palla convinti ad andarsene.

Giusto il pomeriggio prima della vittoria e della partenza dei terroristi il despota si incontra con gli gnomi del Cremlino, e decide di usare una venefica nube di cloro e gas nervino contro cento bambini, presi in pieno da bombe “stupide” lanciate dall’elicottero. Dimenticando che gas nervino e cloro si neutralizzano vicenda, i birichini. Bombe gialle stranamente simili alle bombole di gas propano del libanese Hassan, che ne tiene un magazzino pieno dall’altro lato della strada, proprio dove si svolge l’attacco. Eh, finezza degli gnomi del Cremlino, che sono attenti a queste cose. Bombole magiche, che buttate da chilometri di altezza sfondano tetti e si adagiano sui materassi senza neanche ammaccarsi.

L’attacco si svolge stranamente in silenzio, solo i famigerati e fantasiosi membri del Cirque du Soleil, i “caschi bianchi” se ne accorgono. I maligni russi riempiono la rete di video che dimostrano il laboratorio vicino al deposito di bombole dove i caschi bianchi stessi hanno preparato le false bombe, intervistano alcune delle “vittime” pagati dai fantasisti per fingersi morti e registrano le dichiarazioni dei responsabili degli ospedali vicini che asseriscono di essere stati assaliti dai “caschi bianchi”. Attori che si sono limitati a innaffiare i bambini presenti nei locali urlando “attacco con il gas!”.

Ma i prodi anglosassoni, spalleggiati dalle forze ranocchie non si fanno ingannare dalla propaganda del Cremlino. L’attacco è stato effettuato, anche ne non ci sono feriti e morti da nessuna parte, a causa del gas. Probabilmente si tratta dello stesso prodotto usato in Inghilterra. Ma l’intenzione di attaccare è quella che conta, alla fine. Morti per le bombe eccome, ma quelli non contano.

The Empire strikes back

Ecco l’attacco, proditorio, disperato, inevitabile e massiccio. Oltre cento missili lanciati da navi aerei, sommergibili astronavi, zattere e ranocchie giganti.

I bersagli sarebbero stati tre obbiettivi , evidentemente da polverizzare, visto che ogni missile contiene minimo 450 Kg di esplosivo militare. per darvi una idea, una quantità di quell’esplosivo grande come un pacchetto di sigarette, messa sotto di un camion lo farebbe saltare per aria.

Nel senso che si sarebbe sollevato da terra, il camion, esplodendo.

Eppure i bersagli non appaiono minimamente polverizzati, e non c’è stata nessuna vittima.

Mistero.

Fonti ben informate affermano che in realtà i bersagli sarebbero stati numerosi, in particolare i campi di aviazione del Tiranno di Damasco, pieni di aerei e militari ignari dell’attacco imminente, e del tutto indifesi:

4 missili lanciati all’aeroporto civile di Damasco, esplodono da qualche parte ma misteriosamente nessun danno

12 missili destinati all’aeroporto militare di Al-Dumayr esplodono misteriosamente in volo

18 missili, forse per errore si dirigono verso il complesso dell’aviazione siriana di Blai , ma evidentemente si perdono per la strada, in quanto nessuno li ha più visti , quei missili.

12 missili si dirigono verso un altro aeroporto, quello di Shayrat, ma anche no, dato che nessuno li ha visti arrivare

L’aeroporto abbandonato di Mazzeh è uno dei bersagli, ma comunque cinque missili dei nove inviati esplodono in volo, forse per via di malfunzionamento.

Pioggia di fuoco all’aeroporto di  Homs sedici missili partiti e solo tre sul bersaglio.  Pochi danni, comunque

Altri trenta missili colpiscono bersagli  nelle zone di  Barzah e Jaramana. sette missili abbattuti e nessuna vittima, i luoghi erano già stati abbandonati da tempo.

I radaristi russi ringraziano le forze ranocchie, che hanno lanciato parecchi cruise di nuova concezione, che hanno raggiunto tutti il bersaglio, ma senza causare danni . Sono ranocchi, vuoi che prendano pure la mira?

Maligni insinuano che in realtà le forze americane volessero infliggere un colpo devastante all’aviazione siriana, ma che non ci siano riusciti, rimanendo addirittura umiliati da difese antimissile vecchie di oltre cinquanta anni.

E che certe imbarazzate dichiarazioni di vittoria siano in realtà un modo per non ammettere la cosa.

Altri maligni affermano che tanto più ci si avvicinava ai russi tanto più i missili tendevano ad esplodere in volo per via di malfunzionamenti, ma forse sono solo coincidenze.

Ma io non sono maligno e non lo affermo. No e poi No.

Los Barbudos

 

Avevo pensato di narrarvi della telenovela “barbudos” e avevo già preparato le foto dei nostri eroi, la Meloni compresa con la barba.

Ma poi mi sono fatto vincere dallo scoramento.

Narrando le tragicomiche peripezie dei politici italiani in chiave ironica avrei potuto addirittura fargli un favore, facendoli apparire migliori di quanto non siano.

Che sia la Storia a giudicarli e noi, poveri guitti nel contempo raccontiamo le loro gesta, ma senza dileggio. Il dileggio fa solo bene ai potenti.

Però le armate vegane di “Di Major” contro le sorche dl “vieja bruschetta” a suon di flamenco …

Coraggio ragazzi, abbiamo ancora un ampio margine di peggioramento.

By Nuke di www.liberticida.altervista.org e www.orazero.org.

 

 

 

 

Precedente Tra Casellati e Masada, cosa decidere? Successivo Auguriamo buon lavoro alla polizia del pensiero