Crea sito

Pianeta Dei Pazzi: discussioni, e Speciale Arcipelago Libico.

Cia ragazzi, successo niente in questi giorni?

Io ho notato tante cose , un certo fermento in Siria ( ovvero una decisa offensiva del governo siriano nelle aree ancora occupate dai terroristi islamici). Un parte del porto di Beirut è saltata in aria. In Bielorussia c’è un certo fermento: e la Turchia in Libia si è calmata grazie all’intervento dell’esercito egiziano.

In europa succede questo: dato che i russi hanno prodotto un vaccino per il Covid con scarsi test medici (a detta dei giornalisti italiani) allora è giusto vaccinarci con il suo omologo italiano SENZA effettuare test preliminari. Sarà, ma a me qualcosa non torna.

Ovviamente i giornalisti italiani, le Puttanazze hanno mentito. Da nessuna parte dei siti russi si parla di commercializzazione del vaccino, c’è scritto che si sta per arrivare “alla fase finale di sperimentazione” e si capisce bene anche se usi il traduttore automatico. Una totale e palese travisamento della verità, tanto i coglioni mica vanno a controllare, giusto? Quello che è vero è che in Europa si pensa di bypassare la parte finale della sperimentazione per fare uscire il vaccino “prima” di quello russo. Brave, baravissime.

Ma no, l’intera opinione pubblica italiana è occupata si di un fatto terribile ed inspiegabile. TRE deputati italiani hanno fato richiesta dei seicento euro, della tragica mancetta data a TUTTI i possessori di partita Iva, senza NESSUN controllo. Hanno fatto quello che hanno fatto tanti altri. Perfettamente legale, credo. Eppure per poche Migliaia di euro del cazzo hanno fatto un casino, dimenticando i milioni di euro spesi in mascherine mai arrivate, negli ottocentomila euro di bolletta dell’acqua spesi ogni anno dalla camera dei deputati stessa, dai miliardi buttati ogni mese da qualsiasi governo italiano, sotto gli occhi di tutti. Suina madre del Dio Anubi, il problema sono quel cazzo di poche migliaia di euro: un fatto così poco importante de non meritarsi neanche la menzione nei media nazionali. Facciamo i conti , per darci un esempio per i tremila morti del terremoto in Irpinia sono stati stanziati sessantamila miliardi di lire. al cambio attuale sono dieci milioni di euro a vittima… eppure la situazione economica Irpina non mi sembra così drammaticamente migliorata. Per decenni quantità incredibili di denaro soldi sono stai buttate dal governo italiano allora come adesso. Eppure il problema sono i seicento euro legalmente richiesti da alcuni improvvidi deputati, Ah si, pare che due di questi siano della lega. E ci saranno le elezioni, prima o poi.

Discussione Pazza

Oggi disturbiamo quel vecchio volpone di Seneca, che, osservando certi dementi come questo senz’altro ricorderebbe la famosa frase di Ecatone:

“Interim quoniam diurnam tibi mercedulam debeo, quid me hodie apud Hecatonem delectaverit dicam. ‘Quaeris’ inquit ‘quid profecerim? amicus esse mihi coepi.’ Multum profecit: numquam erit solus. Scito esse hunc amicum omnibus. Vale.” (paragrafo 6 libro 1 ,Lettere a Lucilio , Seneca)

Traducetevelo da soli, se potete. Mi raccomando non perdetevi il paragrafo 4, primo libro delle lettere a Lucilio di Seneca, che poi vi interrogo.

“Amici di se stessi” eh? ecco, la povera, derelitta creatura che vedete, chiaramente un malato da curare Cosa pensate che sia? Un essere insoddisfatto che non sa che cosa o chi è, che immagina di poter cambiare la sua natura solamente immaginandolo. Il tipico picoretto, avvolto nelle sue allucinazioni.

La sua vita di “donna “ransessuale” ovvero di uomo che si veste da donna ma preferisce le ragazze è destinata ad una tragica fine, il poveretto, nemico di se stesso è destinato a morire prima del tempo, se non con il suicidio grazie ad alcool e droghe. Che altro può fare, il povero ( o povera, se vogliamo) stronzo?

Ma veniamo a noi, ragazzi ( o ragazze, se volete). oggi, per parlare di voi parlo di me stesso, tipico espediente retorico ed abusato, ma tanto , chi se ne accorgerà mai.

Ho osservato il mio braccio di maschio bianco eterosessuale, sono andato fin verso lo specchio a controllare e non ho trovato tracce di “patriarcato oppressivo e fascista”. Niente, neanche un timido bagliore e neanche l’aura malefica che i picoretti dicono di vedere. Ho visto solo un povero coglione che tutti i giorni tira la carretta per mantenere la famiglia e si fa un culo così. Tutti i giorni, cazzo. Eppure sarei un privilegiato che “opprime i froci, i negri e altra merda sfruttandoli”. Che il Dio Anubi mi sia testimone, mai, nella mi vita ho anche solo pensato di sfruttare una donna od un negro. Mai. Al massimo ho cercato di scopare qualcuna degli esponenti del sesso opposto e ho sempre ignorato gli altri. Niente di più o niente di meno. E non ho mai neanche pensato che avere un uccello e poca melanina nella pelle mi renda migliore di un altro, se non nel parcheggiare l’auto. Mia moglie mi sarà testimone, il parcheggio che lei fatica a fare con quattro manovre e una utilitaria io riesco a farla in due, e con un grosso furgone senza vetri posteriori, ma al massimo penso sia da imputare al destino cinico e baro, non al Patriarcato. Credo sia una questione di percezione delle distanze. Normalmente questo significa che al maschio dominate sia assegnata la conduzione del mezzo, ovvero il maschio guida l’auto dove vuole la femmina.

Ecco, arriva la frase fascista che potrà scandalizzare gli animi. Siete avvisati. Confesso che dei negri etiopi e delle povere donne oppresse della Patagonia, e lo posso affermare con assoluta sincerità e totale convinzione, non me ne è mai fregato un cazzo. E ribadisco che continuerà a non fregarmene niente in futuro e fino alla mia morte. A meno che io non mi trasformi in un negro etiope e le donne della mia famiglia diventino cittadine oppresse della Patagonia. Non sono cazzi miei, è semplice. Piuttosto combatto le difficili battaglie contro chi si sta attivamente impiegando a rompere i coglioni e limitare i MIEI , di diritti civili. Qui e adesso.

Voglio dire, suino dio Anubi, che cosa me ne frega di poter sposare mio cugino Armando, in serpente o un comodino ( se ci pensate è la stessa cosa , sempre Ammmoreee è), se voglio, mentre ogni giorno diventa sempre più difficile ottenere uno stipendio decente? Non dovrebbe essere quella l’aspirazione di ogni giovane, e non i diritti civili di sta enorme minchia? Ok, avete scoperto il segreto di noi bianchi patriarcali, un grosso uccello che emette feromoni in grado di schiavizzare le femmine e sottomettere i maschi progressisti con l’uccello piccolo, quelli che mendicano un po di patata dalle femministe.

Magari fosse quello, bambini. Il segreto è semplice, mi alzo la mattina, presto, vado al lavoro, mi faccio un culo così tutti i fottuti giorni e torno a casa stanco. E il giorno dopo il ciclo si ripete. Ab libitum, direbbe quel volpone di Seneca. Magari ogni tanto scrivo qualcosa per poi, cari ragazzi, e commetto l’azione più incredibile e rivoluzionaria che un maschio patriarcale possa fare, oggi: apro un libro e comincio a leggerlo.

Ecco il segreto , non serve inginocchiarsi in memoria di un negro violento e drogato ucciso da un eccesso di farmaci, o stare seduti sul divano in attesa del reddito di poltronanza, e neppure trascinare le giornate stancamente in un ufficio pubblico, Bisogna lavorare e ogni giorno creare reddito, insomma produrre più soldi di quanti ne costi.

Speciale Arcipelago Libico

“hic sunt Leones” (cit.)

Non riesco a capire come abbiamo fatto a ridurci in questa maniera. Da un momento all’altro requisiti per essere un ministro sono diventati: essere un pagliaccio semianalfabeta ed essere scemo forte. praticamente senza eccezioni. Pure per poter aspirare alla direzione delle grandi metropoli serve essere un totale incompetente e non brillare per intelligenza.

Ovviamente la selezione per arrivare ai posti di potere è immensa. ogni politico farlocco che si rispetti deve dare prova di assoluta incompetenza, per passare il provino. Brava

Bravo Manlio di Stefano, che ricorda che tutti, tutti, sono dei cialtroni.

Amici, Romani, concittadini, ascoltatemi tutti.

Qui davanti a voi giace il corpo della geografia trafitto da innumerevoli ferite: Manlio fu tra i congiurati che la uccisero, e Manlio, e i grillini tutti ,sono uomini d’onore.

Cosa ha fatto la geografia per l’italia, dicono, eppure la geografia fu sempre benigna con noi, e spesso ci ha permesso di tornare a casa, eppure Manlio, figlio degenere, fu uno dei primi ad affondare la lama. Ma Manlio, e i grillini, sono tutti uomini d’onore…

Ah, poter citare Shakespeare a cappella parlando dei grillini, che goduria…

Le mitiche puttanazze, ovvero i servi prezzolati del potere, quelli che si autodefiniscono “giornalisti” cavalcano l’onda. Un posto c’è sempre per un altro cialtrone.

Ma ecco un altro genio all’opera, visto che non si può continuare a confondere Libano e Libia per sempre , ecco una altra sparata lisergica. fatemi capire, la Campania da sempre incassa molte più risorse di quanto ne versino i contribuenti campani all’erario, decine di miliardi buttati, se non centinaia, al cambio attuale in regalie e ruberie. In che senso si parla di “scippo?”. Non è solo una vana promessa elettorale, ma anche una titanica cazzata. Teniamola d’occhio, farà strada.

Ecco un altro che ce l’ha fatta, da commesso con la terza media e una espressione intelligente che levati, a presidente di commissione parlamentare: e che commissione. Sergio facci Sognare!

Eco del Migrante

Ogni tanto voglio ricordarci che i titoli dei giornali ormai vanno interpretati, in realtà i sei giovani vercellesi sono : cinque marocchini ed un ivoriano. Per onore della cronaca mi piace puntualizzarlo.

C’hanno i superpoteri, loro.

Alcune foto ritraggono i nostri cari politici in atteggiamenti diciamo noncuranti nei confronti del distanziamento sociale.

Ma non il premier Conte, che, grazie ad un animalesco istinto di sopravvivenza ( definirlo intelligenza mi sembra troppo ) si guarda bene dal farsi beccare in giro “assembrato”. Peccato, se fai una cosa giusta la tua carriera politica è a rischio.

Un compleanno da festeggiare.

Il 12 agosto il vecchio George Soros compie novanta anni. una vita dedita a scompigliare governi, fomentare rivoluzioni tipo quella bielorussa e finanziare gay pride e genderismi vari. un vero eroe dei nostri tempi. Al torneo di Bridge all’inferno continuano ad aspettarlo, e sono in tanti. Ma lui no, invece di agonizzare in modo lento e orribile zompetta vispo come un grillo. Bravo!

Misteri Giardinieri

Il nostro santo Profeta Machete, che ci ha aperto la via per la Libera Giardineria, ci ha sempre ripetuto che una buona lama è la madre, la moglie , la figlia e la compagna di ogni Giardiniere che si rispetti. Sta a noi Fratelli scegliere quella che più si addice al nostro temperamento e alla nostra raffinata sensibilità.

Possano le sue lame non arrugginirsi mai.

ho dato ascolto ad un amico e vi consiglio i machete della Condor , azienda di El Salvador che porta avanti la tradizione della lavorazione dell’acciaio tedesco in Sud america.

Modello Bolo, carino , grintoso e affilato. te ne innamori al primo sguardo.

Ma la mia preferita, come sapete è una bella vanga robusta e con i bordi taglienti, l’ideale per grossi lavori di Sfalcio.

Preparate gli utensili, fratelli.

By Nuke il (quasi) misericordioso di  Liberticida Orazero