Crea sito

Pianeta dei Pazzi :Campidoglio, Capodoglie, capi, conchiglie e capponi.

Ciao Ragazzi, io immaginavo che il sei gennaio non sarebbe successo niente, neanche una protestetta, un fuocherello, niente. Invece qualcosa è successo, una tragica sciarada ad uso dei media che… senza parole.

Ceto , dopo la vittoria delle elezioni di Trump, maldestramente rubata da una serie di brogli che neanche nei paesi ex comunisti, ci si poteva immaginare qualcosa. Ma neanche questo è importante, i media, che sono giusti ed imparziali, hanno detto che ci sono stati si , brogli, ma “non rilevanti”.

Ma vi ho già detto che questo non è importante, in fondo gli americani hanno dimostrato che la democrazia funziona solo se voti per la parte “giusta”. Se “sbagli” verrai corretto. Non che nelle altre grandi “democrazie”, sia meglio. Ricordate l’11 settembre? Senza tirare in ballo complottismi vari, alla fine dell’inchiesta si stabilì che, a guidare attentatori per lo più con passaporto saudita e appartenenti a gruppi islamici nemici mortali di Saddam Hussein, fosse responsabile il regime di Saddam stesso. Non solo senza evidenze o prove, ma senza neanche un movente logico. Oltre un milione di iracheni vennero uccisi in una guerra insensata. Un milione di persone uccise dalla “più grande democrazia del mondo che lotta contro il terrorismo“, dato che non potevano dire direttamente: “Lo facciamo per il petrolio iracheno”. Petrolio iracheno che, tra l’altro venne dato in concessione a aziende russe indiane e cinesi, perlopiù. Segno che al complesso industrial militar americano ormai non interessa neanche più fingere di vincerle le guerre, l’importante è spendere un sacco di soldi nel farle.

Un governo che uccide milioni di persone senza motivo, che ha eseguito migliaia di esecuzioni in terra straniera, a mezzo missili lanciati da droni, uccidendo anche cittadini americani, (ovviamente senza processo), credete che si fermi davanti a qualche piccola innocua frode elettorale?

Arriviamo all’ipocrisia delle anime belle liberali e dei media statunitensi, che fanno un casino per un negro drogato e pregiudicato che, muore di infarto ( e non soffocato) mentre era trattenuto. (succede spesso nei pronto soccorso, mi dicono, è un effetto collaterale dell’abuso di stupefacenti).

Gli stessi media glissano quando la vittima innocente è bianca, sottovalutano e ignorano completamente la notizia, per esempio di dieci bambini uccisi da un missile lanciato da un drone in Pakistan. Il messaggio è chiaro, se sei negro o appartenente alla minoranza giusta sei un dio, se sei bianco non vali un cazzo e se sei un arabo da qualche parte in giro per il mondo non esisti neanche . Finirà benissimo, credo.

Non è neanche doppiopesismo, e un relativismo portato agli estremi. Non che molti liberali o picoretti sappiano cosa è il relativismo, a loro basta solo sapere che qualcuno gli dica cosa è giusto o cosa è sbagliato. Logico, dato che non sono in grado di comprenderlo da soli.

Dopo la premessa, sconcertati davanti all’immenso vuoto delle idee picorette ( una pianura deserta su cui spiccano alcune torri con su inciso : Verità è Bugia – Maschio è Femmina – Libertà è schiavitù – Ignoranza è Forza – Guerra è Pace – Democrazia è Oppressione) iniziamo le danze:

Speciale Campidoglio

volevate che parlassi del Campidoglio, vero, cavalli golosi? Beh, agitate per un momento quei ditoni unti e sudaticci su di una tastiera e cercate i video giusti, quelli dove si vedono le forze dell’ordine aprire le transenne e le porte per fare entrare dentro il Campidoglio i “rioters”. Li hanno fatti entrare, si vede chiaramente.

I media liberali ammettono il fatto e cercano a modo loro di “giustificarlo”.

Il protagonista delle foto è il tizio tatuato con le corna, che molti ricordano sfilare durante le manifestazioni BLN in giugno scorso.

Il suo nome è Jake Angeli attore e artista in perenne cerca di occupazione: canta, perfino. Se volete e gli pagate il biglietto potete farlo venire alla vostra festa, possibilmente in “divisa”.

Ma ecco l’immagine più lisergica di tutte, peccato che di questo non ne abbia trovato traccia nelle puntate degli anni scorsi: quindi è un falso. Ma geniale.

E adesso inizia la parte Butacchina: analizziamo questa foto a destra che indicherebbe i due tizi a fianco del cornuto nell’altra immagine. Secondo molti sarebbe la prova che i due sono militanti antifa.

Ho agitato per un attimo i miei ditoni sulla tastiera ed ecco la foto originale.

Tankersley, che sarebbe il nome del barbuto a sinistra abbracciato con Matthew Heimbach, capo del Movimento Nazional Socialista (al centro) e Steve Smith, del Keystone State Skinhead /a destra), due associazioni di ultra destra. Credo che non si tratti di antifa.

E’ controverso anche il tatuaggio del tizo con le mani in posa buffa , secondo alcuni sarebbe una falce e martello, secondo altri il simbolo dell’Oustider del gioco Dishonored. O una capra che vomita girata al contrario, vista la qualità della foto. Rimane il fatto che Jason Tankersley, il tizio di Baltimora della foto sopra abbracciato ai nazi giura di non avere quel tatuaggio sulla mano In effetti sulla mano sinistra il simpatico personaggio ha un teschio tatuato, non quel simbolo strano. Inoltre è un pugile grande e grosso con mani enormi e nelle foto dei social degli ultimi giorni si vede con la barba tagliata. Non è lui. Del tizio in fondo con la mascherina ben calcata sulla faccia non dico niente, potrei essere anche io , se mi bardassi cosi, volendo. Ma ho l’alibi.

Anche Angeli, in un post sui social di giugno 2020 affermava di essere andato alla manifestazione BLM ma sfilando come affiliato di Qanon, un gruppo di folli complottisti di destra.

Se con pochi clic ricostruisci il fatto e dimostri che qualcosa non va a che pro i fanatici di destra direbbero cose inesatte? Certo che non ci sono più i nazisti di una volta. Oppure i fanatici pagliacceschi che vediamo sono solo figuranti ben pagati. Possibile anche questo.

Speciale capodogli.

Disclaimer : visto che faccio parte del “mondo XXL” posso parlarne come vi pare, voi magri maledetti non azzardatevi. Altrimenti vi Accetto.

“Grasso è bello”, “Essere ciccioni fa bene”, ecco i messaggi lanciati dai giornali femminili anglosassoni (presto anche sui vostri schermi). Vale solo per le Femmine, ovvio, che i maschi non si azzardino. Ricordo a tutti i miei compagni di sventura che, ahimè, essere obesi è molto, ma molto più pericoloso del Covid.

Eppure il messaggio continua, subdolamente infiltrato dai media. Incomprensibile.

Come sta andando la mia dieta, mi chiederete? Beh, si fa quel che si può, ma sta andando avanti. Se non si è anoressici presto essere magri sarà sintomo di “maschilismo patriarcale”. Vedrete. E le femministe zitelle e gattare vi urleranno insulti vedendovi passare. Spero lo faranno anche con me, tra qualche anno.

Volevo farvi un lungo discorso sull’iperpgamia femminile e l’ipogamia maschile, un male endemico che affligge i paesi occidentali ed in particolare l’italia ( e gli Stati Uniti). Altri, come Redpill lo stanno facendo meglio di quanto possa fare io. Se non sapete cosa vuol dire ipergamia, beh, verrete Accettati. Come disse il Nostro Sacro Profeta Machete ( che il suo braccio non perda mai la forza): “Non permetterai che una Erbaccia viva”.

premio zerbino d’oro 2021 vinto al primo giorno , bravo!

Fatti non foste a diventar zerbini, ricordate. E per finire il ragionamento un simpatico aneddoto. quanti di voi si ricordano le tragiche gesta del vostro amico che passa mesi a frequentare una ragazza senza mai quagliare, offrendogli regali e cene? Se ne parla ridacchiando ma , in un certo senso, capendolo. In spagna chi offre da bere ad una ragazza e non se la scopa viene chiamato “pafaganta“, un insulto quasi mortale, se rivolto ad un altro maschio. La donna che accetta le attenzioni maschili e non gliela dà, invece, si chiama “tontapolla” che suona leggermente più insultante, a dire il vero. Ah, altre culture, in decadimento , ma molto più sane di quella italiana.

Bevi la coca cola e poi muori.

La coca cola si dimentica, come molti di quando i manifestanti anti Trumpiani manifestarono nel 2018 a Washington DC davanti al Campidoglio. La polizia non li fece entrare e i poveretti si sfogarono facendo casino nei dintorni.

Justice Brett Kavanaugh on October 6, 2018, in Washington, DC.
DEM il 7 ottobre 2018 davati a Capitol Hill, Il Campidoglio Usa, appunto:.non li fecero entrare e fini lì.

La coca cola ha anche al suo attivo diverse battaglie per la libertà.

Spiegatemi un po’, che non sono molto intelligente e faccio fatica a capire. Se sei un invasato islamico con gli occhi a palla e lotti contro il comunismo cinese per dare il via ad una bella nazione islamica, buttare i froci dalla finestra e lapidare le adultere ti considerano. Se sei uno degli altri milioni di cinesi ordinari e patriarcali rinchiusi nei campi di lavoro e che cuciono palloni e magliette senza stipendio, beh, allora va bene. Il messaggio che ne traggono i cinesi ordinari è che il musulmano con gli occhi a palla e la zebiba (non sapete cos’è? Agitate i ditoni sulla tastiera) è migliore di loro, per gli occidentali. Finirà benissimo anche questa cosa, vedrete.

Ricordiamo anche il 2001 , quando affabili funzionari della Coca cola si accordarono con gli squadroni della morte colombiani per uccidere i sindacalisti locali riottosi. Bella storia.

Non ci stupiamo di questo, dato che, a conti fatti la Coca Cola e le altre bibite gassate hanno ucciso senz’altro più gente dei Kalashnikov. Ed è stata una bella gara. Cosa vuoi che siano dieci sindacalisti in più o in meno.

Questione di Formato.

Alcuni di voi avranno sento to parlare di una sorta di veicolo pubblicitario, la polemica sulle “abissine”, della Molisana, un classico formato (le solite conchiglie) che secondo un pubblicitario dell’azienda sarebbero di “classico sapore littorio”. Le solite “anime belle” hanno fatto il gioco del pubblicitario. Come disse Oscar Wilde :”“There is only one thing in the world worse than being talked about, and that is not being talked about”. True, absolutely true.

Pure la Coop ha il suo formato “littorio”. Le anime belle si sono dimenticate che trattasi di formati di pasta comuni, derivanti appunto dal fascismo. Ma la storia, si sa, se non va bene si riscrive.

Guerra informatica.

vorrei dire anche la mia su chi ha chiuso gli account social di Trump senza motivo e su chi presto cercherà di chiudere gli altri social non allineati.

Andate Tutti A Fare In Culo.

“E poiché hanno seminato vento raccoglieranno tempesta. Il loro grano sarà senza spiga, se germoglia non darà farina, e se ne produce, la divoreranno gli stranieri.” OSEA 8:18

Mi risulta che alla presidentessa Kemala nessuno abbia chiuso l’account, tanto per dire.

Eco della Puttanazza.

Ai solerti giornalisti consiglio di leggere l’opera, prima di fare la recensione, sostanzialmente la trama consiste in una isterica repressa che sogna di fare sadomaso estremo con i nazisti e di scopare con Hitler e ne parla morbosamente con lo psicanalista ebreo. Direi che sembra più una presa per il culo di Lercio, che una trama . Le lettrici sono decisamente avvisate. Una cosa tipo American Psycho senza omicidi, con più sesso e decisamente scritto peggio. Molto peggio. Per chi avesse quel tipo di inclinazioni credo basti emigrare in Australia e girare senza mascherina. Sado maso nazista estremo istantaneo.

Altri esempi di doppiopesismo il NYP annuncia che licenzia immediatamente i giornalisti che “addolciscono ” i teribbili eventi ” al Campidoglio. di fianco vedete un altro giornalista che “addolcisce” gli eventi dello scorso maggio. “una semplice protesta, perlopiù pacifica” davanti ad edifici in fiamme.

le redattrici di Cosmopolitan stanno letteralmente impazzendo per la felicità. Solo qualche anno fa a chi osasse scrivere una roba del genere sarebbe stato imposto un test antidroga dagli editori..

Ma pure chi scrive di politica in Italia non scherza eh. Roba da TSO obbligatorio.

Visto che ci siamo vi lascio con l’Ecclesiate, che vi sia propizio:

Per ogni cosa c’è il suo momento, il suo tempo per ogni faccenda sotto il cielo.

C’è un tempo per nascere e un tempo per morire, un tempo per piantare e un tempo per sradicare le piante.

Un tempo per uccidere e un tempo per guarire, un tempo per demolire e un tempo per costruire.

Un tempo per piangere e un tempo per ridere, un tempo per gemere e un tempo per ballare.

Un tempo per gettare sassi e un tempo per raccoglierli, un tempo per abbracciare e un tempo per astenersi dagli abbracci.

Un tempo per cercare e un tempo per perdere, un tempo per serbare e un tempo per buttar via.

Un tempo per stracciare e un tempo per cucire, un tempo per tacere e un tempo per parlare.

Un tempo per amare e un tempo per odiare, un tempo per la guerra e un tempo per la pace.

Amen amen Fratelli Giardinieri.

BY NUKE IL (QUASI) MISERICORDIOSO DI  LIBERTICIDA ORAZERO