Servizi russi Vs Servizi americani: quando l’HUMINT te lo fa un sito internet.

Parte prima : rapporti e segreti

Un rapporto di 68 pagine, scritto dalla fantomatica Public Intelligence:

Chi sono costoro?

Dicono di essere un gruppo di persone “illuminate” che intendono pubblicare”libere informazioni” disponibili in rete. per alimentare la “diffusione della conoscenza“.

Recentemente pubblicano un report sullo stato delle forze militari russe. (1)

Tutta farina del loro sacco?

Direi proprio di no, molti passi sono riportati più o meno nel libro pubblicato in precedenza dallo U.S. Army Foreign Military Studies Office (2)

Interessanti letture che, alla fine si rivelano in : I russi possono fare forse questo e forse quello, e probabilmente potrebbero fare anche qualcosa di inaspettato, ma non lo sappiamo.

Tipico. Da secoli i russi sono maestri nella tecnica di non rivelare cosa succede al nemico, soprattutto in tempo di pace. Il segreto intorno a molti progetti militari di Mosca è così assoluto da essere ormai il punto di riferimento nel settore dei servizi. Le pubbliche dimostrazioni, tipo i lanci dei missili Kaliber, capaci di viaggiare per migliaia di chilometri e arrivare da soli a destinazione senza neanche il supporto satellitare, hanno fatto raddrizzare le antenne a parecchi,

Da dove arrivano allora le notizie pubblicate?

Quasi sono le fantomatiche risorse di intelligence che hanno portato alla redazione di questi rapporti?

Semplice, provengono da un sito internet ucraino, informnapalm.org (3).

Questo sito, creato dal fantomatico Ivan Burko (4) risulta intestato ad un tal Volodymir Koleshnikov (5). Stranamente i due stili di scrittura dei due si assomigliano molto.(6)

 

Il fatto che le informazioni segrete sulle forze militari russe disponibili al governo Usa provengano essenzialmente da una cinquantina di “volontari” che leggono i social russi in cerca di conferme è abbastanza peculiare. Ah, a proposito, dicono di essere trenta, ma sono di più.

Non vorrei dirlo, ma forse i nazifroci ucraini non sono proprio tanto affidabili.

Un annetto fa vi diedi la notizia che i due ufficiali di collegamento tra La CIA e i servizi militari americani e quelli ucraini disertarono e si portarono dietro tutto.

La notizia di ieri è che un altro ufficiale dei servizi di Kiev ha disertato: questo volta era l’addetto ai codici, che lavorava a stretto contatto con i servizi USA. e pure lui si è scaricato tutti i dati dal server. Tutto, assolutamente ogni messaggio in codice passato negli ultimi anni, ogni singola parola, insieme ai codici, ai programmi di codifica e alle chiavi di lettura. La sola perdita di programmi di codifica è grave, e solo questo deve dare dei bei  grattacapi, in certi ambienti.

Una fuga di notizie così titanica e grottesca da apparire inverosimile. e da parte di Kiev e di Washington neanche una parola.

Eppure, basandosi su informazioni inaffidabili e agendo sotto i riflettori dei russi (che osservano e registrano tutto) la NATO e Washington intendono “fare un culo così” a Mosca.

Fossi in loro, io mi muoverei con molta, molta cautela.

Chissà,  pure Volodymir…

FINE PRIMA PARTE

By Nuke di  http://liberticida.altervista.org/ E http://www.orazero.org/

(1) https://publicintelligence.net/awg-russian-new-warfare-handbook/

(2) https://publicintelligence.net/fmso-russian-military-strategy/

(3) https://informnapalm.org/

(4) https://www.facebook.com/burkonews

( 5) https://www.whois.com/whois/informnapalm.org

(6) https://www.facebook.com/volodymyr.kolesnykov.5

 

 

 

Precedente Aggiornamento sui Rohinga: petrolio, soldi e fanatici Successivo Pianeta Dei Pazzi: Disertori, migranti e politici