Pianeta dei Pazzi: Kebab, froci e migranti

Speciale Friuli.

Dedichiamo una parte di questo nuovo Pianeta Dei Pazzi alla bella regione friulana.

La Serracchiani, algida presidentessa della Regione Friuli Venezia-Giulia, in quota Pd era da me già attenzionata nell’ottobre 2016, quando stanziò novantamila euro di fondi regionali per promuovere al salone del Gusto di Torino la cucina tipica friulana. Spiccavano nell’occasione Hot Dog, hamburger e l’immancabile Kebab friulano. Un pugno negli occhi per la cucina tipica locale e per un presidio slow food, ma si sa, i soldi pubblici sono soldi pubblici….

Ma pochi giorni fa, la nostra eroina dimostra che simili mischioni erano solo l’inizio.

Il 12 agosto scorso la Serracchiani ricorda il 101 anniversario della morte di Nazario Sauro, impiccato dagli austriaci, paragonandolo ai “valori europei”(1). Dimenticando che il giorno che si arrivasse ai ferri corti con questa Europa malata, quelli come Sauro combatterebbero in favore dell’indipendenza italiana ( o veneta e triestina, se vogliamo).

Qualcuno gli chiarisca le idee.

Frocismo senza limitismo

Karine Chung, direttrice del programma di conservazione della fertilità presso la University of Southern California’s Keck School of Medicine sostiene: “La mia ipotesi è che tra cinque, dieci anni o forse prima, anche per gli uomini sarà possibile portare a termine una gravidanza e partorire“. (2)

A nessuno frega niente di poter ridare una speranza di famiglia alle donne che, per un motivo o l’altro non possono farlo, no, l’obbiettivo è quello di dare un utero ai maschi…Le difficoltà tecniche sono enormi, ovvio, ma c’è già chi aspetta trepidante di poter partorire.

Uno di questi è Ria Cooper , nata Brad ventun anni fa in Inghilterra, si accinge a cambiare sesso chirurgicamente per la terza volta (3). Il suo delirio inizia a quindici anni, coronando il suo sogno di diventare donna anni dopo, a seguire del suo diciottesimo compleanno.

Si tratta chiaramente di un/una malata di mente, tutto va a rotoli e Ria decide di diventare Brad nuovamente. Dopo questo ennesimo cambiamento Brad vuole tornare Ria e richiede il terzo cambio di sesso, sempre a spese della sanità pubblica inglese. E il desiderio di “avere un figlio dentro di se” è pressante, si confida nella scienza.

Non possiamo certo accusare un malato di mente di essere tale, ma rimane il forte desiderio di far pagare le salatissime parcelle dei suoi  cambiamenti di sesso a psicologi e dottori che lo hanno assecondato, invece di rinchiuderlo in una struttura apposita e di imbottirlo di psicofarmaci. Andrà a finire male, e già i tentativi di suicidio della transgender indecisa sono stati numerosi.

Ma l’Inghilterra è ancora più avanti e nel canale BBC2 arriva un singolare programma, ideato e diretto dal dottor Javid Abdelmoneim :

No More Boys And Girls: Can Our Kids Go Gender Free?” (4)

Il programma, inteso a dimostrare che le differenze tra maschio e femmina non esistono, teoria propugnata dallo stesso dotto Javid in diverse pubblicazioni, è culminato in diverse settimane di “test” nella scuola Primaria di lanesend, nell’isola di Whigt. Diverse settimane di girato in classe, con l’abolizione dei bagni separati, i maschi costretti a lezioni di danza e le femmine inviate in officina, a far pratica. Tutto molto gaio. Appena è andata via la troupe tutto è tornato alla normalità. questo bisogna dirlo, a causa delle proteste furibonde dei bambini e dei genitori. Il 16 agosto andrà in onda la seconda parte, che attendiamo con trepidazione. Spero che una meteorite colpisca in testa il dottor Javid quanto prima.

Rimaniamo nella perfida Albione e concludiamo con questo notiziola.

Justine Greening, ministro inglese per le pari opportunità intende varare una legge per permettere a tutti i cittadini di cambiare sesso senza nessun parere medico preventivo. Basterà firmare un foglio e i chirurghi si metteranno all’opera a spese della collettività (5). Paradossalmente in Inghilterra sarà molto più facile farsi tagliare a metà il pene e scolpirlo in una “simil vagina” che farsi operare se si soffre di un cancro al fegato, per esempio.     Questione di priorità.

Salvate il soldato Scalfari… da se stesso.

Notevoli gli interventi di Scalfari ultimamente, soprattutto quello intitolato “C’è l’Africa nel nostro futuro” di alcuni giorni fa (6).

Ma che sia Eugenio a parlare per Eugenio, ecco come conclude il suo ciarlare di eruzioni, mitologia e altro:

La vera politica dei Paesi europei è quindi d’essere capofila di questo movimento migratorio: ridurre le diseguaglianze, aumentare l’integrazione. Si profila come fenomeno positivo, il meticciato, la tendenza alla nascita di un popolo unico, che ha una ricchezza media, una cultura media, un sangue integrato. Questo è un futuro che dovrà realizzarsi entro due o tre generazioni e che va politicamente effettuato dall’Europa. E questo deve essere il compito della sinistra europea e in particolare di quella italiana.

Adesso sapete chi è il nemico, almeno uno di questi.

Speciale Migranti.

Non chiamiamoli migranti, per favore, ma clandestini senza documenti, così chiariamo bene il concetto.

Basta un minimo intoppo alle attività del “taxi del mare” ovvero le ONG che andavano a pigliare i clandestini a poche miglia dalla costa. Arrivo dei migranti drasticamente calato e riduzione esponenziale delle vittime.

Infatti quei gommoni , prodotti in Tunisia da italiani e non provenienti dalla Cina, ricordiamolo ( e che lo dico a fare, ormai) battelli  con il fondi piatto, un motorino da quaranta, sessanta cavalli, sono pericolosi anche sottocosta, figuriamoci se potrebbero portare persone a centinaia di chilometri di distanza. Persino il cervellino ridotto dei “migranti” se ne renderebbe conto. Occorre studiare nuove strategie, e presto ne vedremo gli effetti.

Pescherecci strapieni provenienti da Tunisia e Algeria? Non mi sembra improbabile.

Ricordate, i leader del traffico sono Libici ricchi, che vivono in Tunisia e che parlano francese con gli italiani in loco e inglese con gli ucraini. Ucraini  che si prestano a fare da equipaggio e forniscono anche navi per il trasbordo di grandi numeri. Un curioso incontro tra mafie. Altre organizzazioni, tipo i calabresi e gli albanesi, invece hanno collaborato per frenare i flussi, loro che avrebbero potuto far traversare migranti a milioni, se avessero voluto, dalla rotta albanese o greca. Cosa avranno avuto in cambio?  da quanto non si sente di un maxisequestro di droga albanese o della lotta a  traffici gestiti da calabresi? Come mai adesso il nemico da battere è la mafia pugliese?  Mistero.

Sarebbe carino se qualcun altro se ne occupasse, di questo, oltre al sottoscritto, ma si sa, la colpa è dei libici.

Dissotterrate le ossa del Generale Lee!

Bella storia questa, scontri ferocissimi a Charlottesville,in Virginia tra suprematisti bianchi e democratici, ovvero persone di colore che manifestano per ottenere la rimozione di statue e targhe dedicate ai leader sudisti.

Personalmente ritengo molto stupido il negare le tracce di un passato, per quanto cruento e sbagliato esso sia, in nome di un “revisionismo storico” insensato. I sudisti hanno combattuto e perso, ma dimenticarli e fare finta che non sia mai successo non è la soluzione. Vale anche per i residui del fascismo e del nazismo, così come i simboli del passato ex sovietico. In Russia, per esempio non li si è cancellati, sono rimasti perlopiù al loro posto come pure il partito comunista, che è minoritario e all’opposizione. A parte i luoghi di culto, che poi vennero restituite alla chiesa ortodossa, persino i sovietici non cancellarono del tutto  i segni del passato zarista, per lo stesso motivo. Se tu distruggi e rimuovi i simboli di un passato regime non fai altro che dare forza agli ultimi sostenitori, che lo vedono come un segno di paura.

Uno dei principali responsabili di questi scontri è il deputato Usa Yvette Clarke,  paladina dei migranti (solo quelli di colore, of course) e degli afroamericani, che dichiara come la “riconciliazione” ovvero il permettere di dedicare strade, piazze , caserme e statue ai generali sudisti ( un modo per facilitare l’integrazione tra i due eserciti dopo la guerra) non fosse altro che “un piano segreto tra nord e sud per ignorare gli interessi degli afroamericani e per mantenere la supremazia bianca” (7). Non so cosa dimostra questo, a parte la stupidità della senatrice, ma è comunque interessante, come poi alcune statue possano segregare milioni di “abbronzati” , beh, questo è un altro mistero.

Se le persone sono stupide è facile convincerle che la loro povertà e la bassa condizione sociale non è dovuta a loro stessi, ma ad un piano segreto della maggioranza bianca.

By Nuke di Liberticida

 

(1)http://www.ilgazzettino.it/speciali/regione_fvg_informa/grande_guerra_serracchiani_nazario_sauro_e_figura_attuale-2611435.html

(2) http://www.tgcom24.mediaset.it/salute/trapianto-dell-utero-tra-10-anni-gli-uomini-potranno-partorire-_2147432-201502a.shtml

(3) https://milo.yiannopoulos.net/2017/08/trans-gender-reassignment-third-time/

(4) http://www.bbc.co.uk/mediacentre/proginfo/2017/33/no-more-boys-and-girls

(5) https://www.theguardian.com/world/2017/jul/23/gender-reassignment-could-be-streamlined-under-proposal

(6) http://espresso.repubblica.it/opinioni/vetro-soffiato/2017/08/02/news/c-e-l-africa-nel-nostro-futuro-1.307312

(7) http://nypost.com/2017/08/07/army-declines-request-to-change-brooklyn-streets-named-after-confederate-generals/

Precedente The Korean Puppet - Show Successivo La Verità è Morta?